lunedì 27 aprile 2015

Collaborazione con FRATELLI LUNARDI



Quando ero più piccola amavo collezionare cartoline. Era un modo per viaggiare, vedere posti nuovi, piatti e culture non conosciute; attraverso l’immagine di una cartolina io riuscivo ad evadere dal mio paesino. Ne ho 18.500 circa. Ogni tanto, ma ormai non lo faccio più da tempo, mi piace guardarmele e rigirarmele tra le mani ed aprire le porte alla fantasia. La stessa cosa mi sta capitando con le aziende che gentilmente mi concedono la collaborazione e che io con molto piacere ospito nel mio blog. Ho potuto conoscere gli usi e i costumi della Calabria, Sicilia, Basilicata, Marche, Emilia Romagna ed ora tocca alla bellissima Toscana. Toscana, terra dal patrimonio culturale e paesaggistico senza eguali, con una delle sette meraviglia del mondo, a Pisa, bellissima città d’arte insieme a Firenze, con delle isole stupende (una delle quali ho anche visitato ed è l’isola d’Elba, ma stiamo parlando di 15 anni fa; volete una foto? Non mi crederete?). Personaggi illustri e…. cucina d’eccellenza! Uno dei piatti più noti in tutto il mondo, la bistecca alla fiorentina, poi trippa e il lampredotto, pappardelle al cinghiale o alla lepre ed antipasti come i crostini di fegatini e la finocchiona (un insaccato simile al salame che prende il suo nome dal finocchio e che si serve tagliato spesso…
… e ovviamente i cantucci! Il Vocabolario dell’Accademia della Crusca (1691) definisce il cantuccio così: “biscotto a fette, di fior di farina, con zucchero e chiara d’uovo”. Il suo nome deriva da “canto” (angolo), o dal latino “cantellus” (pezzo o fetta di pane). I cantucci fanno la loro comparsa nella seconda metà del ’500 alla corte dei Medici. All’epoca non contenevano ancora le mandorle ma dal ‘700 si diffondono in diverse varianti, ma è a partire dal ‘900 che quelli alle mandorle cominciano a essere prodotti in Toscana.
Immaginate un vecchio forno e un’attività di produzione di pane, dolci, salati, portata avanti da due coniugi, Luigi e Roberta. Siamo nel 1966, ora però hanno preso le redini i figli Massimiliano e Riccardo che, nella consapevolezza che tutto ciò che è naturale è meglio, hanno bandito conservanti, coloranti e additivi chimici. Sto parlando dei 


che nel loro laboratorio di Quarrata, producono ben 7 varietà di cantucci, 4 dedicati solo al cioccolato, ingrediente preferito di Riccardo.

Cantucci
Io ho ricevuto dalla gentilissima Azienda

4 tipi diversi di cantucci.
Descrivervi la bontà mi sarà difficile! Cercherò di descrivervi al meglio le sensazioni provate ed il gusto ottimo

MUESLI


Ho fatto giusto in tempo ad assaggiarne uno prima di andare a fare due ore di straordinario. Tornata a casa ho trovato la busta vuota e mio marito e mia figlia che si leccavano ancora i baffi. Con aria innocente mia figlia mi dice: “Tanto mamma uno sei riuscita ad assaggiarlo vero? Se non ti sei fatta un’idea ti dico io cosa ne penso… sono buonissimi!” Eh già, ci credo! Cantucci pieni di cocco, semi di zucca e girasole, ribes rosso, uvetta di Corinto, albicocca e fiocchi d’avena… alla faccia della merenda! 


Ovviamente io sono stata felice che mia figlia fosse riuscita a mangiare qualcosa che non fossero tarallini o patatine perché è questo il tipo di alimentazione che gradirei per lei; sana ed equilibrata.


Sono ideali anche per la colazione, accompagnati da un bel bicchiere di latte o un vasetto di yogurt.

LIMONE E POLPA LIME


Ve lo immaginate un tavolino all’aperto, con una teiera in mezzo, qualche tazza per il the ed un piattino pieno di cantucci al limone? Dal gusto fresco, con pezzetti di limone e polpa del pungente verde lime.
Oppure, a fine pasto, affiancato da un liquore agli agrumi, tipo limoncello…
Tanti sono i momenti per gustare questi profumati cantucci. 


La canditura del limone avviene lentamente, in vasca aperta, mantenendo così il colore, profumo e la morbidezza naturale senza dover intervenire chimicamente. Il lime spremuto è aggiunto all’impasto.

CIOCCOLATO E MENTA


Sono stati davvero una novità per me. Abituata ai gusti classici sono rimasta piacevolmente colpita da questo connubio: cioccolato e menta. Da un’idea anglosassone (le barrette di cioccolato alla menta) i fratelli Lunardi hanno voluto doppiare il concetto anche per i cantucci e ci sono riusciti. 

All’ oltre 35% di cioccolato fondente, in parte unito all’impasto e in parte lasciato a piccoli pezzi si è unita la menta di Pancalieri, caratterizzata da un fresco e intenso aroma.

CIOCCOLATO A GROSSI PEZZI


Ehm, qui…. L’apoteosi! Vi riporto testualmente una frase che ho trovato sul loro sito:
Del regno dei cantucci è il re, invidiato dai più nelle sue preziose vesti dorate e ricercato per i reami da tutti i golosi. Suggeriamo di tenerlo gelosamente sotto chiave per preservarne una maggiore durata.”
Niente di più vero! Questa busta l’ho voluta portare al lavoro in modo da poterli gustare in santa pace, senza doverli condividere (meschina lo so, ma ogni tanto ci vuole – anche perché marito e figlia pensavano fossero finiti). Il Re della collezione Cantucci, diverso dal tradizionale alle mandorle ed il primo che ha raccolto una unanime consenso. Pezzettoni (non pezzetti piccoli ma proprio ONI) di cioccolato mischiato all’impasto donano un colore bruno ma è il gusto che è qualcosa di unico! 


Non posso che parlare bene di questi prodotti. Non posso che parlare bene dell’azienda Fratelli Lunardi e soprattutto so che, nonostante stiano per finire, sicuramente questi cantucci rivedranno di nuovo casa mia. 
Volevo farvi sapere che l'Azienda non produce solo CANTUCCI ma anche GELATINE DI VINO TOSCANO e le COLOMBE.
Ringrazio davvero tanto l’Azienda Fratelli Lunardi e vi lascio il link della loro pagina per andare a vedere le altre specialità.
Inoltre li trovate anche su Facebook  

12 commenti:

  1. che colaborazione gustosa idem per la recensione super dettagliata!complimenti

    RispondiElimina
  2. io adoro i cantucci, questi si avvicinano un po' a tutti i gusti come vedo...sei la benvenuta, passa a trovarmi :)

    RispondiElimina
  3. Attentatrice!!!Con la foto dei Cantucci con cioccolato a pezzi grossi mi hai estasiata...vado a farne scorta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buoni, buoni, buoni. Ti anticipo solo questo!

      Elimina
  4. Cioccolato e menta e ho già gli occhi a cuore!!!

    The Princess Vanilla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti buoni questi cantucci Eleonora!

      Elimina
  5. Sono le 9:33 e mi trovo al lavoro. Secondo te come sto in questo momento? Mi hai fatto venire l'acquolina in bocca! Ho voglia di assaggiare quelli con la menta.

    RispondiElimina
  6. mmmm buoni tu con tutti questi dolci ci fai passare indietro la prova costume quelli al cioccolato sono quelli che mi piacciono di più ottima recensione amica mia

    RispondiElimina
  7. Ottimi! Posso confermare, ho avuto la fortuna di assaggiarli anch'io!

    RispondiElimina
  8. Ottimi! Posso confermare, ho avuto la fortuna di assaggiarli anch'io!

    RispondiElimina