martedì 5 luglio 2016

CANTINE PEPI - VINO MATTO CON FEGATO, CIPOLLE E CAPPERI



Ed eccomi al quinto appuntamento con 


Sta per finire il mio viaggio con questa meravigliosa azienda. Siamo andate alla scoperta di un mondo al 99% femminile, di un luogo incantevole quale la Sicilia e di vini che non si scordano. Oggi vi presento MATTO


Un rosso dal colore rosso rubino, dall’aroma raffinato e dal gusto forte ed avvolgente. Da servire per godere appieno delle sue qualità a 16-18°; solo così si percepisce al palato quel sapore un po’ aspro ma nel contempo delicato e gustoso.
Vi lascio la descrizione tecnica del vino

Poteva mai mancare un mio sguardo all’etichetta? 

Matto nel senso di fuori dal comune come il nome del vitigno Syrah, forse persiano, forse siciliano di Siracusa, passato in Francia e, poi, tornato a casa. Matto anche per la sua luce interna, un rosso rubino con delle marcate, persistenti, sfumature viola. E matto per il profumo di spezie e di frutti rossi. Come un occhio spalancato sulla vigna e sul mondo, un occhio avvolgente che lentamente ti incanta.
Uno, due, tre occhi che fissano e che affascinano…

Questo vino si abbina a tutti i tipi di carne, ai risotti ed ai formaggi stagionati. Ve lo propongo come accompagnamento ad una carne che non tutti gradiscono. Sto parlando del fegato. O lo si odia o lo si ama; non ci sono mezze misure. Noi lo adoriamo anche se non ne consumiamo in quantità industriali. Poche volte ogni sei mesi e quasi sempre nel modo in cui ve lo sto per presentare. C’è da tenere presente che questo è anche il periodo della raccolta dei capperi che noi personalmente andiamo a cogliere perciò lo usiamo un po’ dappertutto e dove la ricetta lo consente.


Dunque per questo piatto (per due persone) abbiamo bisogno di:
300 gr di fegato di vitellone;
una grande cipolla;
una manciata di capperi;
vino rosso, sale, olio
(Se si vuole ammorbidire il fegato consiglio di tenerlo per una mezz’oretta nel latte freddo)
In una padella facciamo rosolare la cipolla e i capperi in un po’ di olio (8 minuti a fuoco basso). 


Sfiammare il tutto con un po’ di vino rosso ed aggiungere il fegato (a pezzi interi o tagliato a striscioline), aggiungere il sale e cuocere a fuoco medio/alto per circa 9/10 minuti.


Va servito caldo e magari con l’intingolo che si è creato durante la cottura (saporito e succulento)


Non posso non ricordarvi di entrare a far parte di un gruppo di persone che avrà la possibilità di conoscere meglio tutta la produzione dei loro vini di Cantine Pepi. Cliccando QUI verrete reindirizzati ad una sorta di pagina segreta ed iscrivendovi usando il coupon provarepercredere potrete ricevere una raccolta di oltre 100 ricette da abbinare ai vini ed una guida ai borghi dimenticati della Sicilia Orientale, quelli scordati dal turismo ma ricchi di storia e curiosità…. Ovviamente tutto gratis e non vi è alcuna spesa da sostenere.
Prima di salutarvi vi lascio il link di CANTINE PEPI e vi invito a seguirli anche su FACEBOOK

4 commenti:

  1. assaggerei tutto volentieri e sai perchè? oltre ad essere tu una grande cuoca, conosco il fascino dei vini delle Cantine Pepi! buona serata...

    RispondiElimina
  2. ...qui non ho molte parole da spendere....il piatto che hai cucinato non si addice al mio palato ah ah....per il vino penso però sia l abbinamento ideale,complimenti

    RispondiElimina
  3. Ricetta molto invitante grazie mille ,complimenti per recensione bravissima

    RispondiElimina
  4. Mai assaggiato ma da come lo descrivi sembra un ottimo vino. Ottima anche la ricetta e l’abbinamento. Brava come sempre!

    RispondiElimina